By Giusy Cisale on SwimSwam

Coleman Stewart ha dato vita alla prima polemica tra atleti della seconda stagione della International Swimming League.

Dopo la seconda giornata di semifinali, ha avuto da ridire sul comportamento di Ryan Murphy durante la skin race.

Ryan Murphy, membro della squadra LA Current, ha sconfitto Stewart in ogni round della skin race. L’ultimo round lo ha vinto con un vantaggio di 1,56 secondi.

Dopo la gara, dopo che i due si sono stretti la mano, le immagini video hanno ripreso Murphy che diceva “b****”, facendo riferimento a Stewart, mentre guardava i suoi compagni di squadra.

Stewart, che compete per la squadra rivale, i Cali Condors, ha risposto sui social media.

Alcuni nuotatori hanno riferito a SwimSwam che l’animosità tra i due atleti è partita già prima della gara. Nella piscina di riscaldamento Stewart sarebbe stato incitato per battere Murphy nella skin e questo avrebbe “infiammato” Murphy.

Dopo la pubblicazione del tweet, Ryan Murphy Coleman Stewart hanno chiarito. Si sono scusati a vicenda per le parole dette. Stewart ha riferito che “le emozioni corrono alte quando siamo in competizione, specialmente la quinta settimana in una bolla”.

Mentre questo è stato il primo vero conflitto tra due nuotatori, due settimane va abbiamo riportato lo sfogo di Mel Marshall su alcune scorrettezze che avrebbe visto in alcune gare nello stile rana.

La finale inizierà sabato. Ryan  Murphy è primo in classifica nella ISL di questa stagione sia nei 50 (22.75) che nei 200 (1:47.48), mentre è terzo nei 100 (49.62). Stewart, che è al suo primo anno da professionista dopo aver chiuso il suo ultimo anno di carriera al NC State nella NCAA, è terzo nei 50 (22.84) e quinto nei 100 (49.66).

Read the full story on SwimSwam: Coleman Stewart Contro Ryan Murphy Per Una Parola Fuori Luogo

Source: Swimming – SwimSwam